OFFERTE SPECIALI | RECENSIONI | NEI DINTORNI | EVENTI | FOTO | NEWS |
DISEGNO DI PIAZZA ARMERINA DEL SEICENTO:


DISEGNO DI PIAZZA ARMERINA DEL SEICENTO

Disegno di Piazza Armerina del seicento

Veduta della Città di Piazza Armerina Enna Sicilia da Ovest, metà '600

Questo è il terzo disegno tra gli scritti del sacerdote Filippo Piazza (1884-1959) che riporta la veduta della Città, ma dal lato Ovest, dall'alto della contrada di Piano Marino.
Il periodo è sempre quello della metà del Seicento, durante il quale la Chiesa Madre è ancora senza cupola ma col grande campanile ben in evidenza.

Accanto, alla sua sx, il grande edificio del Vescovado abbattuto nel 1607, per far posto alla nuova Chiesa Madre secondo il primo progetto dei tre architetti interpellati due anni prima, ma poi ricostruito dal 1614 al 1626 da G. D. Gagini junior.

Poco in basso a dx si nota il campanile della chiesa degli Angeli Custodi, ancora a dx il Castello Aragonese.
Scendendo troviamo una chiesa, quella di S. Nicola (poi Madonna della Catena), verso sx quelle del Crocifisso con un campanile non alto, ma imponente, poi quella di S. Martino.
Salendo in alto a sx c'è la chiesa del convento di S. Francesco con l'alto campanile.

L'edificio che si vede in basso, fuori le mura, potrebbe essere la chiesa dell'Indirizzo, l'unica che si ricorda in quel sito. Un'altra particolarità di questo disegno è quella che non si distinguono nè mura attorno la Città, nè porte che sappiamo essercene state almeno sette.


DISEGNO DI PIAZZA ARMERINA DEL SEICENTO

article by:
GAETANO MASUZZO, Piazza Armerina
Gaetano Masuzzo